La Mastopessi: correzione di un seno cadente

Quando si pratica questo intervento?

Questo intervento serve a rimodellare un seno, svuotato da una forte cura dimagrante, o da una gravidanza seguita da allattamento. La mammella appare allungata è svuotata , spesso accompagnata da cute smagliata.

In cosa consiste l’intervento?

L’intervento consiste nel rimodellare la cute senza intervenire sulla ghiandola. Se il contenuto della ghiandola è molto scarso, si può abbinare al rimodellamento cutaneo, l’inserimento di una protesi per dare maggior tonicità e riempimento al nuovo seno.

Si può correggere un seno cadente con le protesi?

Sì. È questo il caso in cui, la mammella è svuotata da dimagramenti ed allattamenti ma non c’è cedimento della cute. Quindi, una protesi potrebbe restituire il volume e quindi il turgore originario.

Comportamento post-operatorio

È importante l’uso del reggiseno continuativo per almeno 6 mesi e bisogna evitare di praticare sport per almeno 3 mesi.

Che anestestia viene utilizzata?

Si preferisce una leggera anestesia generale.

Si prova dolore?

Non esiste assolutamente dolore.

Che degenza è necessaria?

Varia da poche ore ad un massimo di 24 ore.